Una tomba per le Lucciole: La poesia delle immagini





Questa mattina ho avuto il piacere di poter vedere questo capolavoro di Isao Takahata, co-fondatore dello studio Ghibli.

Si tratta di un anime che narra le vicende di Seita, un ragazzino figlio di un ufficiale della marina, che deve farsi carico della sorellina Setsuko dopo il bombardamento del suo villaggio e la morte della madre dovuta alle ustioni subite durante l’attacco aereo. Seita viene accolto in casa da una zia ma quando le razioni di cibo cominciano a scarseggiare, Seita e Setsuko decidono di trasferirsi in una caverna (che i due fratellini usavano per ripararsi dall
e bombe dur
ante gli attacchi). Anche nella caverna le condizioni non migliorano, dopo i primi giorni tutto sommato divertenti, i due cominciano a soffrire la fame.
Seita comincia a procurarsi il cibo rubando nei campi, ma viene scoperto e malmenato dagli agricoltori. Intanto Setsuko si ammala, Seita la fa visitare e riceve dal dottore una risposta che congela lo spettatore “non è di medicine che la bambina ha bisogno, ma di cibo”.
Seita allora comincia a rubare nelle case dei rifugiati ma neanche questo serve a migliorare la situazione. Un giorno Seita torna al rifugio e trova Setsuko che dalla fame mangia biglie e sassi, il fratello prova a sfamarla con del cocomero ma è inutile… Setsuko si addormenta e non si risveglierà mai più.

Dopo aver bruciato il cadavere della sorellina, Seita raccoglie le sue ossa nella scatola di caramelle… si avvererà la scena con cui l’anime si apre, Seita che, sfinito dalla fame, si accascia e muore in una stazione.
Consiglio la visione di quest’opera neorealista, poetica e crudele a tutti gli amanti di anime e non.

Flavio Del Prete

5 pensieri su “Una tomba per le Lucciole: La poesia delle immagini

  1. Già… tra l’altro ho fatto la cazzata di guardarlo proprio in un giorno già molto triste di suo…
    Grazie per il commento.

  2. Già… tra l’altro ho fatto la cazzata di guardarlo proprio in un giorno già molto triste di suo…
    Grazie per il commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...