Eternal Sunshine on the Spotless Mind 

“Beati gli smemorati perché avranno la meglio anche sui loro errori” (Friedrich Nietzsche)

“Com’è felice il destino dell’incolpevolezza
dimentica del mondo
dal mondo dimenticata
infinita letizia della mente candida
accettata ogni preghiera e rinunciato a ogni desiderio”

(Alexander Pope)

Una giornata può iniziare così. Pagine strappate, non ricordare di averlo fatto, la fiancata della macchina da rifare, prendere il treno per andare a lavoro… disertare, andare a Mauntauk… a febbraio, che schifo di freddo, non una grande pensata.

“Pensieri sparsi per il giorno di S. Valentino 2004. Oggi è una festa inventata dai fabbricanti delle cartoline di auguri per far sentire di merda le persone.” (Joel Barish)

… innamorarsi per (volere del) caso, due caratteri specularmente opposti si attraggono, ma poi finiscono per stancarsi l’uno dell’altro. Fino ad arrivare alla drastica scelta: si può cancellare dalla propria memoria una persona amata e tutte le esperienze vissute con lei perché ricordare ci fa stare male?
Clementine è una ragazza impulsiva, raramente si sofferma a ponderare le conseguenze che possono arrecare le sue azioni, preferisce un colpo di spugna al muso lungo di Joel.
Joel invece è un ragazzo sensibile, infantile, introverso. La storia con Clementine prima lo esalta poi lo soffoca. Lui non vorrebbe perderla, ma allo stesso tempo non sopporta i suoi eccessi.

“Mi scusi, la posso aiutare in qualche modo?”

“…è incredibile, lei era lì con quel ragazzo, quel ragazzo così giovane… ed era lì, mi guardava come se non avesse neanche idea di chi fossi”

“Clementine Kruczynski ha fatto cancellare Joel Barish dalla sua memoria…”

Lacuna, uno studio dove cavano via ricordi dolorosi come se fossero denti cariati. Se ci si rivolge al dottor Mierzwiak, puff, addio ricordi scomodi, buttati via come scarpe vecchie.

Comincia qui la corsa disperata all’interno della mente di Joel. Un Jim Carrey in forma strepitosa dà ancora una volta sfoggio del suo enorme talento interpretativo in questa commedia fantascientifica diretta da Michel Gondry (Human Nature, L’arte del Sogno, Be Kind Rewind) e scritta dal talentuoso sceneggiatore Charlie Kaufman (Essere John Malkovich, Human Nature, Il Ladro di Orchidee, Confessioni di una mente pericolosa).
Quando Joel Barish capisce che qualcuno sta approfittando del trattamento per conquistare la smemorata Clem , si impegna in una disperata fuga all’interno dei propri ricordi, tentando di nascondere Clementine “fuori dalla pista”, nei ricordi sommersi, nelle umiliazioni, nell’infanzia non troppo felice.

“I grandi non capiscono quanto ci si può sentire soli da bambini…” (Clementine Kruczynski)

Momenti di altissima poesia si raggiungono in queste scene, quando Joel torna bambino. Vengono messe in scena tutte le difficoltà dei bambini soli, che crescono con dei genitori mai troppo presenti, vittime dei teppistelli di turno.

Si conclude con una sequenza finale perfetta. Joel si rende conto di non poter sfuggire all’azzeramento dei ricordi che coinvolgono Clementine. Lui e la memoria che ha della sua ragazza si ritrovano nell’ultimo ricordo rimasto, quello del primo incontro.

“E’ il giorno in cui ci siamo conosciuti. Tu stavi vicino alla riva, riuscivo appena a vederti in lontananza. Mi ricordo che ero già attratto da te, pensavo che strano, sono attratto da una schiena. Guardavo quella felpa arancione che poi avrei conosciuto così bene (e anche odiato), però quel giorno pensavo foorte, una felpa arancione

L’immaginare un finale diverso da ciò che accadde realmente, il salutarsi con un bacio invece di andarsene con gli amici.

Il vuoto che pian piano inonda tutto, come un’alta marea che pian piano sommerge la terra, i castelli di sabbia scompaiono, le orme degli spiaggianti svaniscono come se non fossero mai esistite.
Il vuoto da cui poter ricominciare prima di stancarsi nuovamente l’uno dell’altro.

Interpreti:

Jim Carrey: Joel Barish
Kate Winslet: Clementine Kruczynski
Tom Wilkinson: Dr. Howard Mierzwiak
Mark Ruffalo: Stan
Elijah Wood: Patrick
Thomas Jay Ryan: Frank
Kirsten Dunst: Mary
Jane Adams: Carrie
David Cross: Rob

Regia: Michel Gondry
Soggetto: Charlie Kaufman, Michel Gondry, Pierre Bismuth
Sceneggiatura: Charlie Kaufman
Fotografia: Ellen Kuras
Montaggio: Valdís Óskarsdóttir

Paese: USA
Anno: 2004
Durata: 108’

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...