GOTY e PETY 2010

Un anno così esaltante che faccio fatica a tenere a mente tutti i giochi. [/sarcasm] No, scherzo: il solito schifo, e sebbene sia vero che non riesca a ricordare a cosa abbia giocato, il motivo va cercato piuttosto nell’insulsaggine media dei titoli.

Calcino War

La calcino war 2011 si conclude senza un vincitore. FIFA dà l’impressione d’aver sparato già tutte le cartucce. Si aspetta la conclamazione definitiva di re delle simulazioni, che non è arrivata e non arriverà mai. PES riciccia sempre in quel codice sfruttato all’inverosimile. Rimescola e ricombina la matrice, e stai a vedere che ne esce qualcosa di bello. Non esce. Il calcino di Konami è sempre in bilico tra la defenestrazione e l’approvazione dal sottoscritto. Ora lo ami, perché quei babbei ti rifanno Robben uguale, non parlo solo della fisionomia: la corsa, il dribbling, quel movimento ad accentrarsi dalla destra, la palla che si porta sul mancino e la bomba sparata nello specchio. Ma mica solo lui, eh. Se sei bravo, puoi costruirti il mondo con quell’editor. Aggiungeteci la MLO, un online all’altezza, tutto condito da quell’atmosfera da partita vera che FIFA non riuscirà mai a replicare, e crederete di aver raggiunto il nirvana. E invece no: i binarioni, le difese di spastici, i palloni di gomma e l’IA fallata dei giocatori ti riportano alla realtà, ché i calcini sono una bufala e una truffa, e che bisogna essere coglioni per farsi infinocchiare ogni anno. Ma, tanto, l’anno venturo coglionerò di nuovo, è scritto.

PETY: Kinect e Move.

Vi siete bevuti tutti il cervello, non c’è altra spiegazione. C’è l’ambiguo che fa gli addominali in casa. C’è la pubblicità della tipa che posera “si vede che ho giocato col 360” e il ragazzo, complice, sogna ben altri kinotti. Il Pingopongomongo, che non sa gestire il rovescio; il coso con le rapide, che almeno ha offerto lo spunto per una gag tra il Dario e il Barone che più ai margini non si può, ecc. Sarà pure interessante vedere quali possibilità offrirà l’aggeggio in futuro, ma, per ora, non riesco ad immaginarne nemmeno una che abbia a che fare con il gameplay.
Il move è uguale, ma peggio.
Runner Up 1: Heavy Rain (senza Move). Deludente, ambizioso, monotono, scadente. Esperimento di sintesi fallito tra due forme di intrattenimento: così così come film, brutto come videogame.
Runner Up 2: Red Dead Redemption è l’ennesima dimostrazione che in Rockstar nascono idee discrete, attorno a queste sanno montarci hype e cavalcarlo come pochi, ma di costruirci sopra un gioco non sono in grado. Non diverte né in single, né in multi, e finisce in fretta nel dimenticatoio
come un GTA qualsiasi.

GOTY: New Vegas

New Vegas svetta sul pattume. Quel che avevo da dire, l’ho detto nella recensione. Il fatto che ad aggiudicarsi il mio voto per il GOTY sia un gioco di due anni fa – rivisto e corretto da Obsidian, ma pur sempre nato vecchio – la dice lunga.

Qualora non si fosse capito, mi sono annoiato a morte. L’unica soddisfazione è derivata da quei due porting dal 360, che non comprerò mai perché puzza. Intanto mangio la merda. Ma il 2011 sarà migliore eh, mai quanto il 2012, però[/sarcasm].

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...